Il Prestito BancoPosta è solitamente rivolto ai correntisti BancoPosta ma da qualche tempo è presente anche online, tramite un servizio di internet banking. L’importo di questo tipo di prestiti online può partire da 3 mila euro fino ad un massimo di 30 mila. La convenienza sicuramente sta nella tipologia di richiesta del prestito che può essere effettuata in rete in tempi effettivamente molto brevi, basterà avere a disposizione un semplice PC e una connessione ad internet. L’unica cosa che serve per poter inoltrare la richiesta è essere proprietari di un conto BancoPosta. Questo tipo di prestito è un prodotto davvero molto comodo sotto diversi punti di vista, e soprattutto anche piuttosto veloce, se consideriamo che tutto l’iter burocratico può essere svolto direttamente online. In genere infatti con alcuni semplici passaggi si può non solo richiedere il prestito, ma anche andare a modificare gli importi delle rate o spostarli alla fine del finanziamento.

Si può scegliere quindi l’importo e la durata più adatti alle nostre esigenze ma anche alla propria situazione creditizia ed economica. Per riuscire ad accedere a questo tipo di prestiti come detto il primo passo da fare è quello di effettuare il login nell’area personale riservata, dirigersi alla sezione finanziamenti ed effettuare la propria scelta. Nel sito troverete anche un simulatore di calcolo del prestito che vi può permettere di scegliere il modello ideale per le vostre necessità e farvi un’idea precisa dei costi e delle spese del prestito. Una volta che avrete fatto questa scelta sarà il momento di caricare tutta la documentazione specifica sul portale, in realtà possiamo spedire il tutto in formato cartaceo a seconda dei propri bisogni. Una volta che la domanda viene accolta, e la richiesta di prestito accettata, la somma pattuita verrà direttamente accreditata sul vostro conto BancoPosta in pochissimo tempo. Come per molti altri prestiti, per riuscire a ottenere questo prestito online è necessario comunque non solo presentare i documenti d’identità personali standard, ma anche un documento che possa attestare il vostro reddito: quindi parliamo di una busta paga o di un cedolino della pensione. Se si è stranieri occorre anche presentare tutta la documentazione che attesti il permesso di soggiorno. Per poter sapere con precisione tutto l’iter da seguire ma anche nello specifico le spese di prestito, i tassi d’interesse o i vari modelli personalizzati, vi consiglio di seguire il link e visitare il sito https://guidaprestitiposte.it/, si veda anche il mini prestito Postepay.